“Come la pensa il corpo?”: la psicosomatica tra teoria e trattamento

Cos’è la Psicosomatica?

Deriva da“Psiche” che significa soffio vitale, anima e “Soma” che consiste nel corpo.
La Medicina Psicosomatica ha comeobiettivo   il valorizzare il rapporto tra il medico e il paziente;

  • Centra l’attenzione sul “malato” - considerando le caratteristiche di personalità, lo stile di vita, i modelli di comportamento e le relazioni interpersonali.

CHI E’ LA PERSONA CON PROBLEMI PSICOSOMATICI?

E’ una Persona con una serie di  lamentele fisiche (tra cui in particolare il dolore e i sintomi gastrointestinali, sessuali e neurologici), che si manifestano per anni e che portano la persona al continuo consulto di specialisti e, in alcuni casi, al trattamento medico. 
Questi sintomi non hanno un origine fisiologicama psichica.

La Persona con Dist.Psico-Somatici.

  • Esiste invece un legame tra parte fisica e parte psicologica clinicamente comprovato, dove il benessere dell'una è direttamente proporzionale all'altra e viceversa.

Dist. Psico-Somatici Comportano Problemi:
Sociali-Personali - Familiari - Affettivi - Lavorativi
Dinanzi ad un Disagio psichico o Stress, nella persona viene coinvolto il S.N.A.

  • Le emozioni negative, come il risentimento, il rimpianto e la preoccupazione possono mantenere il sistema nervoso autonomo (Sist. Simpatico) in uno stato di eccitazione e il corpo in una condizione di emergenza continua, a volte per un tempo più lungo di quello che l’organismo è in grado di sopportare.

pensieri troppo angosciosi, possono mantenere il sistema nervoso autonomo in uno stato di attivazione persistente il quale può provocare dei danni agli organi più deboli.

Dist. Psico-som. possono manifestarsi nei diversi  Apparati:

  • Respiratori: tosse, affanno, sensazione di soffocamento;
  • Muscolari: dolore, tensione, affaticamento, rigidità, crampi;
  • Cardiovascolari: aritmia, tachicardia;
  • Gastrointestinali: dolore addominale, nausea,diarrea, gonfiore;
  • Urogenitali: difficoltà di minzione, bruciore, contrazione, difficoltà sessuale, perdita di interesse sessuale;
  • Dermatologici: eruzioni, macchie, prurito, ipersensibilità cutanea;
  • Neurologici: amnesia, perdita di orientamento, difficoltà di concentrazione, emicrania, difficoltà di coordinazione e di equilibrio, paralisi.

Il Disturbo di Somatizzazione può essere legato a Problematiche Psichiche.
Una situazione stressante viene vissuta con stanchezza, insonnia o ipersonnia e disturbi somatici: tachicardia, difficoltà respiratoria, sintomi depressivi, ecc.

 

L’APPARATO RESPIRATORIO

· Tutte le forti emozioni “mozzano il respiro”.
· Difficoltà respiratoria - la persona sente uno spazio ristretto della propria libertà.

 

APPARATO DIGERENTE

  • L’apparto digerente assimila ciò che ritiene digeribile ed elimina ciò che non lo è.
  • Chi soffre in questo apparato fa fatica ad accettare forse ciò che proviene dall’esterno.

Sperimentando sintomi di nausea (rifiuto di qualcosa), o vomito (non è possibile digerire ma bisogna espellere nel modo opposto. “Come se non fosse mai successo”.

 

APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO

· Il Cuore è il simbolo della vita, il centro dei sentimenti.
· La Persona con problemi cardiaci potrebbe avere difficoltà di autoaffermazione.

· Le Somatizzazioni più frequenti sono:  infarto; angina pectoris; 
· CircolazioneIpertonicaIpotonica.
· Persona Ipotonica: non cerca di imporsi, si arrende, non sopporta nulla, non affronta i problemi, fa fatica ad assumere atteggiamenti di  responsabilità.

 

TESTA

  • Dove viene localizzato l’intelletto, la ragione e il pensiero.
  • Persona di testa:orgogliosa, mania di perfezione reprime i  sentimenti.
  • Le Somatizzazioni legate alla testa possono essere: mal di testa, emicrania.

Cosa fare?

  • ASCOLTARSI, FERMARSI. CAPIRE SIGNIFICATO DEL SINTOMO.
  • Il SINTOMO indica ciò che manca alla persona per raggiungere il suo equilibrio.
  • Sicuramente è Imparare  individuare, riconoscere queste carenze, le proprie difficoltà e integrarle nella propria parte cosciente.

Metodi:

  • PERCORSO DI TRAINING AUTOGENO RESPIRATORIO
  • PERCORSO PSICOTERAPEUTICO orientamento dinamico