La formazione dell’identità di coppia, la scelta del partner, l’innamoramento, il matrimonio

La coppia è un sistema aperto (non è la somma degli individui, ma incontro di 2 storie)
3 parti: IO – TU – NOI

La Coppia consiste nella scelta di 2 persone.

3 momenti della FORMAZIONE IDENTITA’ DI COPPIA:

  1. Scelta Partner
  2. Innamoramento
  3. Matrimonio

SCELTA DEL PARTNER

  • Scelta complementare (somiglianza) (spostamanto del I° ogg. D’amore  verso il nuovo partner) ; scelta per contrasto (differenza)

INNAMORAMENTO

  • Rituali del corteggiamento à nascita identità di coppia.
  • Mecc. di  Idealizzazione (fase illusoria e Romanticismo adolescenziale)

Ogni partner inconsapevolmente propone all’altro e a sé una Immagine Ideale à perché l’altro soddisfa i bisogni più antichi e più profondi

De-Idealizzazione

  • Momento di Illusione ad uno di Disillusione, nella coppia ci sarà il passaggio da una situazione in cui l’altro è percepito come proiezione dei propri bisogni, alla situazione in cui l’altro è percepito come persona autonoma, da conoscere.

AMORE

  • Disillusione: permette il riconoscere, accettare, ascoltare come persone diverse da sé.
  • Dipende dalla qualità dei vissuti infantili delle persone  delle sue capacità di separazione dalla famiglia di origine, di differenziazione da loro
  • Capacità matura di affrontare insieme le limitazioni della vita, malattiadifficoltàvecchiaia.

EROS e AGAPE’

  • Eros” = amore – passione
  • “Agape” = indica la relazione stabile e impegnata, libera dalla passione, che esiste fra 2 individui che si vogliono molto bene e si preoccupano del bene reciproco.
  • hanno in comune molti  valori fondamentali, interessi e fini e riescono a tollerare le differenze dell’altro.

MATRIMONIO

  • IDENTITA’ SINGOLA à IDENTITA’ DI COPPIA
  • COPPIA SANA à RINEGOZIAZIONE del Patto precedente.
  • Identità di coppia : Patto Etico (obblighià promesse di fedeltà art.143, 144, 147); PattoAffettivo (immagine di sé e dei bisogni inerenti la sfera affettiva-emotiva).
  • Accettare l’altro nella sua realtà;
  • L’altro non è più il Salvatore, ma avrà le proprie esigenze e i propri bisogni.
  • Convivenza: (Studi)a livello simbolico stessa valenza affettiva come il patto affettivo matrimoniale, no patto etico.
  • Ruoli: prima ruoli definiti, meno difficoltà.
  • Oggi se la coppia riesce a collaborare e a svolgere le proprie funzioni ed ognuno si fa carico di alcune Responsabilità ciò porterà un mantenimento della stabilità affettiva senza perdere la propria identità individuale.

ASPETTI PRINCIPALI DELLA COPPIA

  • COMUNICAZIONE: capacità di aprirsi all’altro e rivelare se stessi, capacità di riconoscere i propri punti di vista e le propri emozioni;
  • SUPPORTO: fattore protettivo della relazione.
  • Dare e ricevere sostegno;
  • IMPEGNO: predittore fondamentale per garantire la stabilità.

Impegno nel patto legale e verso l’altro

  • INTIMITA’: vicinanza, consapevolezza affettiva, cognitiva e fisica, capacità di comunicare sapendo usare i sentimenti.
  • Aspettative della relazione matrimoniale devono essere realistiche.