Autostima

  • L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l'auto-approvazione del proprio valore personale fondato su auto-percezioni.
  • Deriva dalla parola "stima" ossia la valutazione e l'apprezzamento di se stessi e degli altri.

Cos’è l’ autostima?

  • Autostima è diversa dal  Concetto di Sé
  • Per Concetto di sé si intende “ una costellazione di elementi a cui una persona fa riferimento per descriversi
  • Per Autostima “una valutazione sulle informazioni relative il concetto di sé e deriva dai sentimenti della persona nei confronti di se stesso in senso olistico.

COME SI FORMA L’AUTOSTIMA?
SE’ PERCEPITO ↔ SE’ IDEALE = Probl. Di Autostima

  • “se una persona da un alto valore a se stesso su una capacità scolastica/ lavorativa ecc ed invece nella realtà ha un valor diverso, inferiore, la sua stima ne soffrirà”.

Autostima dipende da:

  1. informazioni oggettive che la persona ha su di sé;
  2. valutazioni soggettive del legame tra Sé Ideale e Sé Reale

Le radici

  • Legame di attaccamento di Bowlby (alterazioni = problemi nello sviluppo psicofisico e sociale)
  • Se i bisogni del bambino non sono soddisfatti = possibili alterazioni di stima
  • (Bassa stima = vissuti di rifiuti, trascuratezza, carenza affettiva, eccessive richieste da parte dell’aduto, ecc)

GLI INDICATORI DI BASSA AUTOSTIMA

  • Scarsa considerazione di sé;
  • Evitamento in alcune prove/situazioni;
  • Idealizzazione
  • Eccessiva timidezza
  • Difficoltà di espressione e controllo delle proprie emozioni;
  • Paura del giudizio

Altri indicatori ...

  • Aggressività;
  • Falsa sicurezza;
  • Rabbia;
  • Comportamenti antisociali;
  • Forme di bullismo
  • Pensieri distorti (sovrastima, minimizzazione; generalizzazione, ecc)

Autostima: 4 ambiti

  • Sociale o interpersonale (sentimenti)
  • Scolastico (valore come studente)
  • Familiare  (vissuti che una persona prova come membro della famiglia)
  • Immagine corporea (aspetto fisico e capacità)

Chi ha stima di sé? 
Quali abilita’?

  • Comprendere la prospettiva degli altri;
  • Apprendere ed ascoltare gli altri;
  • Condivisione (mettere in comune delle cose);
  • Scambio di complimenti; (bassa stima non è capace di ricevere complimenti);
  • Unirsi ad un gruppo in modo armonioso;
  • Concludere le interazioni senza conflitti;
  • Dare un contenuto delle conversazioni appropriato al grado di sviluppo.

Cosa un genitore non deve fare?

  • Svalutare
  • Umiliare davanti agli altri
  • Far finta di ascoltare
  • Iperproteggere

COSA DEVE FARE!

  • Offrire una base sicura (relazione)
  • Ascoltare e interpretare le parole e i bisogni
  • Renderli autonomi (provare e sbagliare)
  • Riconoscere i successi e dare e incoraggiarlo negli insuccessi
  • Fargli assumere responsabilità e far prendere decisioni
  • Coinvolgerli in esperienze costruttive e positive...